12 domande da fare al fotografo

Scegliere un fotografo per affidargli il compito di immortalare il proprio Matrimonio non è cosa facile né immediata. Tante sono le componenti da valutare, gli aspetti e le caratteristiche di ciascun fotografo, così Nozzefurbe ha pensato di aiutarvi fornendovi una lista di 10 domande che è utile porre ai singoli fotografi prima di prendere la vostra decisione.

Abbiamo chiesto aiuto a Erika Di Vito, Fotografa di Matrimoni, che sul suo blog ha già pubblicato questa lista di domande e la ringraziamo per la sua disponibilità e gentilezza.

 

Vorrei però fare prima un paio di premesse.

Tenete innanzitutto presente una cosa FONDAMENTALE: le foto del vostro Matrimonio saranno l’unico ricordo tangibile che conserverete nel tempo. In Italia si tende a non badare a spese per cose come l’abito da sposa o il viaggio di Nozze, ma queste cose le vivrete e indosserete solo per un periodo molto limitato di tempo. Un abito, sia che lo paghate 1000€ che 5000€ lo indosserete comunque solo per poche ore, mentre un servizio fotografico lo sfoglierete negli anni, lo farete sfogliare ai vostri figli e, perché no, anche ai vostri nipoti. E’ quindi una spesa che vale la pena fare con cognizione di causa.

La differenza tra un servizio fotografico professionale e uno amatoriale, realizzato da uno zio o un cugino appassionato di foto, è strettamente legata all’imbarazzo che proverete nel mostrare le foto ai posteri. Un bravo fotografo sa cogliere attimi, impressioni e anche sentimenti che rimarranno immutati nel tempo, emozioni che vi faranno sentire meravigliose e orgogliose di voi stesse, sempre e per sempre. Un amico non professionista potrebbe fare foto che vi metteranno in imbarazzo, che odierete sfogliare negli anni, perché più che mettere in risalto il vostro splendore avranno, di certo involontariamente, evidenziato qualche piccolo difetto che nel tempo diventerà immenso e sempre più evidente.

Come sempre, Nozzefurbe vi ricorda che ogni aspetto dell’organizzazione delle vostre Nozze è importante in modo diverso per ciascuno di noi. Le vostre priorità le sapete solo voi e siete solo voi che potete decidere se è più importante spendere per una voce a discapito di un’altra.

C’è chi si sposa con un abito da 6000 euro ma si fa fare le foto dallo zio gratis e allo stesso tempo c’è chi preferisce sposarsi con un abito da 500 euro ma non bada a spese sul servizio fotografico.

domande da fare al fotografo matrimonio

Veniamo ora alle domande da fare ad un fotografo prima di prendere la vostra decisione:

1) Sarà il fotografo con cui state prendendo accordi ad essere presente al vostro matrimonio o ci sarà un suo collaboratore a scattare le foto?

Se state concordando lo stile, gli scatti e tutti i dettagli con un fotografo, è bene assicurarsi che sia proprio lui ad essere poi il fotografo ad eseguire gli scatti nel giorno delle Nozze. Se così non fosse, potreste non ottenere il risultato che state chiedendo. In questo caso, chiedete di poter parlare col fotografo che effettuerà gli scatti, in modo da essere certi che le vostre richieste vengano ascoltate dalla persona giusta.

2) Il giorno del matrimonio sarà presente un solo fotografo o anche uno o più assistenti?

Avere più di un fotografo presente il giorno delle vostre Nozze vi assicurerà più scatti da più punti di vista, arricchendo notevolmente il servizio fotografico. Questo però ha un costo maggiore. Ricordatevi quindi di chiedere se nel prezzo è compresa anche la seconda persona e, in questo caso, chiedete anche il tipo di esperienza e di vedere anche sue foto, in modo da capire se vale la pena spendere qualcosa di più.

3) Il fotografo sarà presente fino al taglio della torta o fino alla fine dei festeggiamenti?

Se volete risparmiare qualcosa, potete chiedere se il servizio costa meno nel caso il fotografo si trattenga solo fino al taglio della torta, rinunciando alla possibilità di avere anche foto dei festeggiamenti e dei balli che seguiranno. Alcuni, per risparmiare ulteriormente, chiedono al fotografo di essere presente solo alla cerimonia, fanno fare delle foto di gruppo all’uscita dalla Chiesa e non hanno un servizio per il banchetto. Molto dipende da quanto volete spendere e dal risparmio che vi propone il fotografo. Tenete anche presente che se un fotografo resta fino alla fine del pranzo o della cena, dovete pagare il pranzo o la cena anche a lui, contando un posto a sedere con il ristoratore.

domande da fare al fotografo matrimonio

4) Ci sono costi aggiuntivi per l’eventuale trasferta?

Se state contattando un fotografo che non è della vostra città, bene chiedere se ci sono costi aggiuntivi da considerare per la trasferta o se questi sono compresi nel prezzo. In questo modo non avrete brutte sorprese e potrete valutare meglio il fotografo da scegliere.

5) Cosa è compreso nel prezzo?

Oggigiorno la maggior parte dei fotografi utilizza fotocamere digitali che necessitano di un lavoro di post produzione, che può consistere nel semplice controllo dei colori e dei contrasti, ma anche nella creazione di foto in bianco e nero o nei viraggi seppia. Questo lavoro necessita di una conoscenza tecnica da parte del fotografo o di un eventuale assistente che se ne occuperà. Questo lavoro ha un costo, assicuratevi quindi che sia compreso nel preventivo che vi è stato fatto.

Inoltre alcuni fotografi propongono pacchetti comprensivi di piccoli album da donare ai genitori, ma anche di stampe su tela o di piccole foto ricordo da donare agli ospiti alla fine della festa. E’ importante che capiate da subito cosa è compreso nel pacchetto che vi è stato proposto, in modo da decidere se fa al caso vostro o se volete delle integrazioni.

6) Verranno consegnati gli originali delle foto?

Dovete sapere che non tutti i fotografi consegnano tutti gli scatti su dvd, non c’è un modo corretto e uno sbagliato, semplicemente dipende dal modo di lavorare del fotografo col quale state prendendo contatto. Chiedete quindi con chiarezza se vi verranno consegnati anche tutti gli scatti in un formato consultabile e se questo ha un prezzo a parte o è compreso nel preventivo totale.

foto nozze

7) Come sarà composto l’album?

Chiedete sempre quante pagine avrà l’album che vi verrà consegnato, quali dimensioni avrà e di che tipo di materiale sarà fatta la copertina. Tutti questi elementi sono molto importanti per la determinazione del costo complessivo. Ovviamente il costo sarà superiore alle stampe che potrebbero farvi al supermercato così come è ovvio che un album di carta costerà meno di uno in cuoio. Diffidate di chi vi fa prezzi troppo bassi per un album in vera pelle!

8) Quanto costa aggiungere qualche foto in più?

Di solito i pacchetti proposti hanno un numero preciso di foto e di pagine, tutto quello che può venire aggiunto inseguito ha un costo a parte. Se quando vi troverete a scegliere le foto vi verrà voglia di inserirne più di quelle concordate, significa che il vostro fotografo è stato bravo e che le foto vi sono piaciute. Chiedete però il costo di questa eventuale scelta, in modo da capire bene se vale la pena scegliere direttamente un pacchetto che comprenda più foto o se è meglio riservarvi l’opzione a quando vedrete le foto.

9) Sarà il fotografo a scegliere le foto o potrete sceglierle voi?

Ci sono alcuni fotografi che preferiscono consegnare l’album con foto scelte da loro, senza interpellare gli sposi in una scelta che a volte si protrae per troppo tempo. In questo modo spesso il fotografo fa un prezzo più contenuto perché evitano il lavoro aggiuntivo della personalizzazione. Ricordatevi che scegliere non è semplice, impiegherà tempo e anche discussioni. Inoltre sentire il parere di un professionista, che ha un occhio allenato e che sicuramente non vuole fare brutte figure ha diversi vantaggi: può costarvi meno, vi leverà dall’imbarazzo della scelta e vi darà la certezza di avere un album omogeneo e ben pensato. Se non volete rinunciare al diritto di scegliere le foto, chiedete di avere la possibilità di dire la vostra prima della consegna definitiva, in modo da riservarvi l’ultima parola.

10) E’ possibile vedere una prova dell’album prima che vada in stampa definitiva?

Questa è una buona soluzione per chi vuole vedere il risultato prima della decisione definitiva di tutte le foto. Chiaramente dovete assicurarvi che una prova sia prevista e se questa ha un costo aggiuntivo o è compresa nel preventivo finale. Una prova virtuale del vostro album vi aiuterà a capire l’effetto finale e a decidere se le vostre scelte funzionano.

 foto sposi

Infine un paio di consigli personali:

11) Possiamo visionare foto di servizi matrimoniali già effettuati? 

Cercate di valutare il lavoro del fotografo col quale state parlando, perchè solo il suo lavoro vi farà capire lo stile e la professionalità che state acquistando. Se le foto vi piacciono, saprete con certezza che state effettuando una ottima scelta.

12) Che tipo di presenza sarà quella del fotografo durante il Matrimonio?

Ci sono fotografi che sono registi dei momenti della giornata del Matrimonio, che chiedono in continuazione agli sposi e ai loro ospiti di mettersi in posa qui e la, e ce ne sono altri che cercano di essere una presenza invisibile e discreta. Allo stesso modo c’è chi ama mettersi in posa e chi preferirebbe non accorgersi della presenza di un fotografo che sta con gli occhi puntati su di se tutto il giorno. Sia nel primo che nel secondo caso, informatevi del tipo di servizio che state acquistando per capire se si adatta al vostro stile personale.

 

Ringraziamo ancora EriKa Di Vito e vi invitiamo a visitare il suo blog.

 

Foto di: EriKa Di Vito, Fotografa di Matrimoni

Nozzefurbe.com