Mi sposo con 1 euro

Mi sposo con 1 euroIrene e Luca sono una sorpresa, un fulmine a ciel sereno e una sfida di quelle che piacciono tanto a Nozzefurbe. Mi scrivono in punta di piedi, per segnalarmi la loro iniziativa e per chiedermi se, in qualche modo, Nozzefurbe può aiutarli.

Con 1 euro.

Irene e Luca, 29 e 32 anni, insieme da 7 anni, decidono che è giunto il momento di accorciare le distanze e metter su famiglia. E come molti giovani di questi tempi, si sono scontrati con la dura realtà delle spese e dei costi, spesso eccessivi, di un Matrimonio.

E invece di diventare l’ennesima coppia di sposi a caccia di sponsor, a causa della loro timidezza, hanno deciso di fare qualcosa di diverso: chiedere 1€ a chiunque voglia aiutarli a realizzare un piccolo grande sogno: sposarsi.

Irene: a noi non servono carrozze e cavalli bianchi….non vogliamo una mega cerimonia, che non disprezziamo certo, ma al momento le necessità sono altre.

Luca: a noi basta un tetto dove vivere, una cucina e un armadio, ma quanto costano!

Così l’idea di chiedere a tutti di rinunciare ad un solo caffè in cambio della pubblicazione di un link, un banner e due righe sul loro blog Mi sposo con 1 euro ha lentamente preso forma e consistenza.

Ma vediamo di conoscere meglio Luca e Irene.

luca e irene Mi sposo con 1 euro

1.Partiamo dagli sposi. Come vi siete conosciuti? Da quanto state insieme? Di dove siete originari e dove avete messo su casa?

Irene: Ci siamo conosciuti ben 7 anni fa. Galeotta fu la facoltà di Scienze della Terra dell’Università di Bari. Lui, studente fuori sede (è di un paesino vicino Taranto), io barese doc.

Luca: Precisamente 7 anni e 5 mesi. Io di un paese doc, tu di una piccola cittadina…scherzi a parte …sono molto legato alla bella Bari

2. La casa??

Irene: E’ un sogno ancora molto lontano,

Luca: ma speriamo di realizzarlo quanto prima….voglio una casuccia tutta nostra e non fare tanti chilometri al mese!!

Irene: Naturalmente l’idea ricorrente è quella di trovarne una, per cui aprire un mutuo oppure in affitto. Nel primo caso la scelta è ardua: sia per i costi esorbitanti, sia perchè quella sarebbe “la casa della nostra vita”. Nel secondo caso, che è quello più accessibile al momento, andrebbe bene anche un bilocale senza tante pretese. E i mobili??? Li vogliamo considerare??

3. Come siete giunti a decidere di sposarvi?

Irene: Beh, dopo 7 anni l’idea è d’obbligo. E poi quest’anno siamo stati travolti da 6 matrimoni di nostri cari amici e parenti che ci hanno fatto vivere la loro favola.

Luca: Bè, dopo sette anni si sente il bisogno di concretizzare e realizzare quei piccoli sogni con la persona che ami.

4. Come vi è venuta l’idea di Mi sposo con un euro?

Irene: E’ partito come un gioco (l’idea è stata mia…all’insaputa di Luca!!).

Luca: Quando me l’ha detto Iry…che bella sorpresa!!…Bè un’ attimo titubante, perchè è sempre una cosa molto personale…rimane tale…ma penso che condividere emozioni e “piccoli sogni” con altre persone possa arricchire l’altro.

Irene: Non pensavo riscuotesse tanto interesse. E’ nata guardando “gli sposi con lo sponsor”, ma noi non abbiamo bisogno di una mega villa o di una macchina di lusso che ci porti in chiesa. Quello che vorremmo è festeggiare insieme a parenti stretti (zie, zii e cugini da soli raggiungono il centinaio)  e gli amici più cari. Ma soprattutto, ciò che ci preoccupa è la casa, i mobili e le spese accessorie.

5. Quando volete sposarvi?

Irene: L’idea più concreta è quella del 2013 (non vogliamo andare oltre). Ma non c’è una data ufficiale.

Luca:Non oltre il 2013!!

6. Che tipo di cerimonia immaginate?

Irene: Assolutamente in chiesa. Siamo entrambi cristiani cattolici praticanti. Per noi la funzione in chiesa è il fulcro. Il resto è contorno.

Luca:Si, una delle cose belle che ci accomuna è sapere che nei momenti difficili non siamo mai soli ma “c’è QUALCUNO che ci porta in braccio”.

Irene: Sicuramente ci piacerebbe un bel contorno… ma decisamente accessorio.

7. Che tipo di festa?

Irene: Una festa in cui coinvolgere tutte le persone che ci vogliono bene e che hanno visto crescere la nostra storia. E’ proprio da quello che nasce questo progetto. Non vorremmo rinunciare a quelle persone in questo giorno speciale.

Luca: Quanto sarebbe bello condividere il giorno più bello che le persone che ti hanno visto crescere e che hanno condiviso con te tanti momenti.

8. Avete comunicato la cosa alle rispettive famiglie?

Irene: No!!!! Infatti, un po’ questa cosa ci preoccupa… stiamo facendo tutto questo, ma loro non sanno nulla (anche se sanno che ci stiamo pensando, è ovvio). Ma tra poco si dovrebbe sposare anche la sorella di Luca e lei ha decisamente la precedenza.

Luca: Confermo…la mia sorellina ha la precedenza!!

9. Come l’anno presa?

Irene: Beh… sarebbe meglio dire… come la prenderanno????

10. A cosa non vorreste rinunciare?

Irene: ad un momento di festa con le persone care

Luca: a cui vogliamo tanto bene.

Irene: Materialmente parlando? Foto e viaggio di nozze… è quello che più sarà importante conservare come ricordo per il futuro.

11. A cosa rinunciate tranquillamente?

Irene: A sfarzo e lustro… alle scarpette di cristallo di cenerentola… ai fiori lungo la navata… a cosa servirebbero???

Luca: anche se a malincuore…al bouffet dei dolci!!

12. Qualcuno potrebbe dire “ma perché non andate a lavorare?

Irene: bè, lo facciamo già. Io sono commessa

Luca: e io un geologo precario.

Irene: ma come tutti sanno, di questi tempi è difficilissimo mettere da parte qualcosa. La benzina continua a salire e per vederci almeno una volta a settimana, Luca deve farsi 200 km, andata e ritorno.

Luca: senza contare quelli che devo fare per andare a lavoro.

13. Cosa avete di diverso dagli altri?

Irene: Nulla, assolutamente nulla. Forse abbiamo avuto questa idea, prima di qualcun altro, ma non è una genialata o roba simile.

Luca: chiediamo una mano per costruire qualcosa di bello. Nient’altro.

14. Quindi non è solo un modo per spillare soldi alla gente?

Irene: no, è solo uno scambio di favori. Noi vi diamo visibilità sul nostro blog, che speriamo cresca di giorno in giorno, e voi ci donate 1 euro, ma anche 50 centesimi.

15. E chi non può?

Luca: Può aiutarci a spargere la voce.

 

Se volete aiutare Irene e Luca, basta visitare il loro blog e fare subito un regalo di 1€ all’indirizzo email misposoconuneuro@yahoo.it

 

 

Nozzefurbe.com