Chiedi alla wp: partecipazioni per due feste

Come strutturare inviti e partecipazioni per due feste di nozze, una subito dopo le nozze e un’altra qualche tempo dopo, nel paese di origine della sposa?

E’ questo il dilemma di Carla, che ha pensato bene di chiedere aiuto a Roberta Patanè, Wedding Planner di Wonderland

Ti trovi anche tu in una situazione simile?

chiedi alla wedding planner

Ecco il prezioso consiglio di Roberta.

Cara Carla,

grazie per la tua richiesta. In effetti la tua è una situazione condivisa da tante coppie che al giorno d’oggi si spostano per motivi di lavoro e si trovano ad avere tante “famiglie” sparse un po’ in giro per l’Italia…

Innanzitutto, come immagino abbiate già fatto, dovreste distinguere fra gli amici e parenti lontani che desiderate avere accanto il giorno delle nozze insieme agli ospiti più vicini e quelli con i quali vorreste invece condividere un momento di festa e di gioia senza richiedere loro spostamenti impegnativi.

Una volta chiara questa distinzione opterei semplicemente per due buste identiche, differenziate solo nel testo dell’invito.

Mi spiego meglio, anche per le altre lettrici che possono avere dubbi simili ai tuoi: la partecipazione nasce per condividere con conoscenti, parenti e amici la felice notizia di una coppia di innamorati che convolerà presto a nozze. Non importa la distanza; viene inviata anche da sola, cioè senza invito, per dire al mondo “ci sposiamo! Ti rendiamo partecipe della nostra gioia”.

L’invito che accompagna la partecipazione invece significa espressamente “desideriamo che tu sia presente per festeggiare con noi” e indica dove e quando.

Il mio consiglio è molto semplicemente di creare due inviti differenziati, uno per gli ospiti che saranno con voi il giorno delle nozze, e uno per gli amici e parenti che troverete successivamente nella vostra città d’origine, ma li strutturerei nella stessa identica maniera.

Per i primi si scriverà la consueta frase “Renzo e Lucia dopo la cerimonia saranno lieti di festeggiare con parenti e amici…” indicando il luogo del ricevimento.

Per gli altri potreste scrivere “Renzo e Lucia saranno lieti di festeggiare con parenti e amici il xx settembre 2014 presso…”.

partecipazioni matrimonio

Foto da Creative Market

Questo implica che dobbiate scegliere data precisa e location per la seconda festa. Sarà evidente a chi riceverà questo secondo invito che non gli state chiedendo di affrontare il viaggio per essere presenti al rito, ma che sarete comunque felici di festeggiare insieme al vostro rientro.

Non ci vedo nulla di maleducato, anzi mi sembra una forma di cortesia nei confronti delle persone che inviterete, perché il dover affrontare un viaggio con conseguente gestione degli impegni ed esborso finanziario porterebbe ad un inevitabile aumento di rinunce, mentre in questo modo state permettendo a tutti di esservi vicini nel senso più letterale del termine!

Quello che proprio non farei è lasciare vago il momento e il luogo del festeggiamento rimanendo su un generico “a settembre”, quindi programmate bene tutto e indicate i dettagli nell’invito, così nessuno avrà la sensazione di essere un invitato di serie B.

Tantissimi auguri!

Roberta

Continuate a scrivere per avere le risposte personalizzate di Roberta

chiedi-alla-wp

logo-Wonderland