Come mantenere il controllo del budget

 

Come mantenere il controllo del budgetQuando si ha un budget limitato per organizzare il proprio matrimonio, la difficoltà maggiore è mantenere il controllo. Le scelte impulsive sono il nemico giurato del tuo budget. Non importa quanti buoni proposi hai fatto, la pressione e l’ansia da prestazione, uniti all’ambiente da sogno nel quale ti troverai catapultata metteranno a dura prova la tua capacità di scegliere e decidere per il meglio.

Farsi prendere dall’entusiasmo e dall’emozione è pericoloso quando si ha una cifra ben stabilta entro la quale restare,

per questo Nozzefurbe oggi vuole darti 10 ragionevoli consiglii per riuscire a controllare gli impulsi e le emozioni e rimanere concentrata sulla visione generale e, soprattutto, sul budget a tua disposizione.

 

Aspetta

Datti sempre almeno 24 ore di tempo prima di prendere una qualsiasi decisione definitiva. Hai appena visitato una location che sembra perfetta per te, anche se leggermente superiore alle tue possibilità? Hai appena provato un abito da sposa favoloso al quale senti di non riuscire a rinunciare?

Saluta cortesemente e chiedi almeno una notte per pensarci su.

Una volta a casa, potrai valutare più freddamente la tua scelta, ma potrai anche riconsiderare il budget in funzione della scelta che vorresti compiere. Magari riuscirai a tagliare qua e la delle spese meno importanti pur di riuscire a confermare quell’abito o quella location e potresti scoprire di riuscire a permetterti quel piccolo lusso. Oppure, dopo una notte, potresti scoprire che tutto l’entusiasmo del giorno prima è svanito come per magia e potrai riprendere la ricerca con più serenità.

Lo dice anche il proverbio, che la notte porta consiglio, quindi prenditi sempre del tempo per pensarci.

DEFINISCI

Prima di lanciarti nel vortice delle scelte e delle decisioni, cerca di definire dentro di te l’immagine che hai delle tue nozze. Cerca di avere una visione la più dettagliata possibile su ciò che ti piace e sull’atmosfera che vorresti ci fosse, ovviamente non guasta prendere queste decisioni con lo sposo, visto che il matrimonio è anche il suo.

Quando avrai questa visione, e solo allora, potrai iniziare a cercare quello che fa per te. In questo modo sarà più facile dire “No grazie” quando ti verranno presentati prodotti che non hanno nulla a che vedere con quello che sogni per le tue nozze.

DISCUTI

Parla col tuo fidanzato, confrontati con lui per ogni scelta e decisione, ma anche con un’amica, una sorella, la mamma. Le persone che ti amano possono aiutarti a valutare i pro e i contro di ogni decisione e sentire punti di vista diversi dal tuo ti aiuterà a capire se una scelta è più adatta di altre. Bada bene: una sovraesposizione ai consigli esterni potrebbe gettarti in uno stato di confusione ancora maggiore, quindi ti consiglio di confrontarti solo con persone di cui ti fidi e di cui hai una certa stima, ma anche con persone che ti conoscono e sanno che tipo di persona sei.

PIANO B

Cerca di prepararti un piano B per ogni situazione che potrebbe presentare un problema, ma soprattutto cerca di creare un piccolo fondo di salvataggio in caso ci siano da affrontare delle spese impreviste. Fai in modo di non pensare a questo fondo di sicurezza come ad un extra da spendere per qualcosa di più, ma lascialo li, inutilizzato, per casi di vere emergenze. Se poi queste non dovessero esserci, potrete avere un extra per la luna di miele.

NEGOZIA

I fornitori sono li per vendere e guadagnare, non per fare i tuoi interessi. Lo sconto non è affatto “scontato, ma chiedere è gratis.

Se una location ti piace molto, ma è leggermente superiore alle tue possibilità, parlate con chiarezza con il proprietario, facendogli capire che hai un dato budget e chiedi se c’è qualche modo per abbassare la cifra che ha chiesto, per venirti incontro. Magari potrà proporre qualche pietanza che costa meno o un centrotavola più semplice, magari basterà eliminare una portata o spostare la data ad un giorno infrasettimanale.

Insomma, tanti sono i modi con i quali un fornitore può venirti incontro, basta solo chiedere.

VALUTA

Cerca di farti fare almeno 3 preventivi per ogni voce di spesa, quanto più dettagliati e completi possibili. In questo modo, una volta a casa, potrai valutare i pro e i contro di ogni soluzione e decidere con più serenità qual è quella più adatta, sia per servizio che per prezzo.

Bene in vista

Fai una lista delle tue priorità, del tuo budget e di come intendi suddividerlo per le varie voci di spesa e dei tuoi obiettivi e tieni questa lista sempre bene in vista. Attaccala sul frigorifero, portala con te quando esci per visitare un nuovo fornitore e verifica sempre lo stato delle cose. Più tempo passerai a studiare la tua lista, più saprai come gestirla. Più avrai la lista sotto gli occhi, più saprai dove togliere budget per avere qualcosa che non era previsto. Porta con te la tua lista col budget stimato quando visiti un fornitore: ti aiuterà a capire da subito se quel servizio è assurdamente fuori budget o se, limando qualcosa, puoi riuscire a concludere l’affare.

TEMPOREGGIA

Durante la fase organizzativa subirai pressioni da molti fronti. I parenti, gli amici, i fornitori, tutti vorranno darti il proprio consiglio, anche quando non richiesto, e tutti ti spingeranno a prendere una rapida decisione. Nulla di più pericoloso per chi ha un budget da rispettare. Per questo, quando ti senti messa all’angolo, temporeggia dicendo che prima devi parlarne col tuo fidanzato. In questo modo otterrai del tempo in più per riflettere, il che è il miglior antidoto per scoraggiare l’impulso all’acquisto e anche una valida scappatoia qualora il consiglio che ti viene dato non sia di tuo gradimento. In ogni modo stai solo dicendo la verità: consigliarti con il tuo fidanzato in merito alle varie decisioni è davvero la cosa giusta da fare. Infondo, è anche il suo, di matrimonio.

LASCIA I SOLDI

C’è un modo ancora più semplice per non rischiare di spendere in modo impulsivo più di quanto hai preventivato: lascia i soldi, i bancomat e le carte di credito a casa. Se non hai soldi per dare acconti, sarai costretta a tornare a casa prima di fissare quel determinato servizio. In questo modo avrai guadagnato del tempo prezioso per riflettere sulla tua decisione.

FAI UNA PAUSA

Infine, se senti di non potercela proprio fare, se pensi che le troppe decisioni da prendere ti stanno facendo perdere di vista l’obiettivo, prendi una pausa dal matrimonio. Stacca con la mente per un weekend, magari dedicalo alla vostra coppia, oppure fai qualcosa di divertente con le amiche, basta che non venga mai nominato il Matrimonio. Prendere le distanze dall’organizzazione ti farà vedere le cose con un occhio diverso quando tornerai ad affrontarla nuovamente e troverai più rapidamente la soluzione che prima non riuscivi a vedere.

 

 

 

Una piccola nota: questo post è stato scritto per la sposa, che nella maggior parte dei casi si occupa dell’aspetto organizzativo delle Nozze. E’ chiaro che questi consigli sono validi anche nel caso in cui sia lo sposo a gestire il tutto. Abbiamo già parlato delle varie situazioni che si possono venire a creare. Se si ha un budget limitato e ben stabilito, ritengo comunque questi consigli validi a prescindere dai soggetti coinvolti.

Bisogna inoltre sottolineare che non dovrebbe mai essere un solo soggetto ad organizzare il tutto, a prendere da solo decisioni e a firmare contratti. Il confronto tra gli sposi dovrebbe essere scontato e automatico, poiché il matrimonio è di tutti e due e dovrebbe rispecchiare i gusti e le passioni della coppia, non di un solo soggetto.

Inoltre in Italia molto coinvolte sono anche le famiglie degli sposi, che spesso tendono a mettere in ombra i gusti e le richieste degli sposi stessi.

Ma di questo parleremo in un altro post.