Home » Nozze Low cost » Organizzazione low cost » Organizzare il Matrimonio: Primi Passi

Organizzare il Matrimonio: Primi Passi

Avete appena ricevuto la proposta, siete felici ed eccitate all’idea di sposarvi quando all’improvviso si affaccia alla vostra mente il pensiero confuso dell’organizzazione del Matrimonio.

STOP.

Se non volete rischiare di farvi assorbire anima e corpo nel vortice confuso e consumistico di tulle, confetti, colori e posti a sedere, prendete un bel respiro e, per quanto forte sia la tentazione, assolutamente NON comprate riviste da sposa e NON mettetevi a navigare spasmodicamente online per siti dedicati ai Matrimoni, Nozzefurbe escluso, ovviamente!

Soprattutto se avete un budget molto limitato, cercate di fare le cose con calma, sedetevi a tavolino col vostro fidanzato e cercate di capire quali sono le cose davvero importanti per voi, partendo dall’idea che avete di Matrimonio.

Il vostro Matrimonio, prima di ogni altra cosa, dovrebbe essere in linea con le vostre personalità, con i vostri gusti, con il vostro stile di Vita. Dovete inoltre cercare di capire quello di cui avete davvero bisogno prima che qualcuno vi dica cosa si fa e come si fa.

Il problema dell’industria dei Matrimoni, in Italia come all’Estero, è che ci sono delle mode dettate da chi ci lavora dentro e ha tutto l’interesse a che tutti scelgano tutto. I diversi fornitori sono commercianti e, a parte rarissimi casi, non avranno altre occasioni di fare affari con voi, quindi più riescono a farvi spendere e più guadagneranno. I loro consigli sono quindi parte del loro lavoro e potete fidarvi solo fino ad un certo punto del loro imparzialissimo consiglio.

Ecco qualche suggerimento per riuscire a mettere a fuoco il vostro Matrimonio prima di condividere la notizia con tutti i vostri cari, perchè anche questi vorranno dire la loro e trasformare l’evento in quello che sognano per voi.

Per cominciare, sedetevi a tavolino con la vostra dolce metà e prendete carta e penna per prendere appunti.

Fate una lista delle cose che odiate nei Matrimoni

Sarete di certo stati invitati ad altri Matrimoni, vi sarete quindi fatti un’idea personale di quello che non vi piace. Partire da queste cose, dal vostro punto di vista come ospite, vi aiuterà a capire quali cose assolutamente non volete per il vostro Matrimonio. Odiate le lunghe attese interminabili prima del pranzo, mentre gli sposi sono impegnati con il servizio fotografico? Potete fare in modo che questo non accada alle vostre Nozze. Non sopportate le bomboniere vecchio stile perché poi non sapete dove metterle? Potete pensare a qualcosa di più utile o originale. Trovate imbarazzante il lancio della giarrettiera? Nessuno vi costringe a farlo. Sapere cosa non volete è un ottimo punto di partenza per rendere il vostro Matrimonio davvero vostro.

Pensate al ricordo che vorrete conservare del vostro Matrimonio

Cercate di immaginare come vorreste sentirvi quando ripenserete al giorno delle vostre Nozze. Volete ricordare il profondo imbarazzo per un abbigliamento poco in linea con la vostra personalità? Oppure volete ricordare con chiarezza il tempo di qualità trascorso con i vostri ospiti? Volete ricordare la gioia e il divertimento di una grande festa coinvolgente? Partendo dal tipo di ricordo che desiderate conservare nel tempo del vostro Matrimonio, potrete farvi una idea più precisa del tipo di festa che volete organizzare.

Pensate al tipo di ricordo che volete che abbiano i vostri ospiti

La festa è la vostra e dovete di certo pensare a quello che piace a voi, ma non fa male pensare, per un attimo, al tipo di esperienza che i vostri ospiti porteranno a casa. Volete che ricordino la perfezione di un matrimonio tradizionale, curato nei minimi dettagli? O preferite ricordino l’allegria, la spontaneità di una festa informale e unica? Volete che ricordino negli anni quanto hanno mangiato bene al vostro Matrimonio? Volete evitare che ricordino il vostro Matrimonio come una interminabile giornata passata seduti a tavola? Discutere di questo vi aiuterà ulteriormente a definire un quadro via via più preciso.

Discutete delle tradizioni

Un Matrimonio, si sa, è fatto anche di tradizioni. Ce ne sono di certo alcune alle quali vi sentite particolarmente legati e altre che considerate superflue o obsolete? Discutere delle tradizioni vi aiuterà a mettere a fuoco alcuni aspetti importanti. Lancio del bouquet si o no? C’è chi non potrebbe fare a meno della nipotina vestita da damigella che sparge i petali lungo la navata prima dell’arrivo della sposa e altre che non le sopportano e temono siano solo una fonte di ulteriore stress. Decidete quanti testimoni volete, se volete le damigelle all’americana, vestite tutte uguali, oppure no. Volete il taglio del nastro all’uscita di casa o no? Decise le tradizioni da mantenere e quelle da eliminare, avrete fatto un altro, piccolo passo avanti.

Parlate degli obiettivi che vorreste raggiungere nel vostro primo anno di Nozze

Questo è un ottimo modo per ricordarvi che la festa del Matrimonio non è “il matrimonio, ma solo una festa di un giorno, per celebrare l’inizio della vostra Vita insieme. Parlare, dunque, del dopo festa vi aiuterà non solo a mettere in prospettiva le decisioni riguardanti il giorno del Matrimonio, ma anche a capire il tipo di spesa che volete affrontare. Ad esempio, nel vostro primo anno di Nozze volete acquistare casa e, per farlo, dovrete prendere un mutuo? Pensate di dover cambiare macchina? Se già vivete insieme pensate di cambiare parte dell’arredamento? Oppure vorreste subito provare ad avere un bambino? Pensate che più soldi spenderete per la festa di Nozze, meno ce ne saranno per i vostri progetti di Vita comune.

Quando vi sarete fatti un’idea di quello che davvero volete, quando avrete messo nero su bianco il vostro budget totale  e la lista delle cose che sono davvero importanti e fondamentali per voi, allora potrete lasciarvi andare all’immenso piacere che solo una neofidanzata prova nel recarsi in edicola ad acquistare una copia di tutte le riviste da sposa in commercio, ma con la voglia di trovare la soluzione che meglio si adatta alla vostra idea di matrimonio, non con l’ingenuità di farvi dire da altri quello che vi piace e quello che bisogna avere.

Badate bene, nei mesi che vi separano dalla scelta di sposarvi al grande giorno, molti fattori esterni vi faranno vacillare, la suocera vi farà il lavaggio del cervello per convincervi che un grappolo d’uva in vetro colorato è la bomboniera giusta per voi, anche se voi vorreste cimentarvi nella preparazione di marmellate fatte in casa; la mamma farà pressioni per quell’abito stile Lady D che vi sta d’incanto anche se voi siete più tipe da linee semplici e geometriche; il fidanzato cercherà di convincervi ad andare in moto in Chiesa, anche se voi sognate un abito a sirena e una acconciatura ricercata; il papà insisterà per quel ristorante dove si mangia così bene e che vi farà fare bella figura coi parenti, anche se voi avete nel cuore il piccolo agriturismo di campagna che sarebbe la perfetta cornice alle Nozze che sognate.

La buona notizia è che più avrete le idee chiare, più sarà semplice riuscire ad essere convincente con genitori e parenti. Nessuno vuole scontentare la sposa, soprattutto se questa appare decisa, ferma e gentile nell’esporre le proprie richieste e i propri desideri.

Se però sono i vostri genitori a pagare tutto, cercate di lasciar loro la possibilità di mettere bocca e dire la loro. Cercate di trovare un accordo, di incontrarvi a mezza strada in modo che tutti, anche gli sposi, siano felici e contenti, perché il matrimonio è una festa, non una guerra da vincere o perdere.

Ma di questo parleremo un’altra volta.


Check Also

Come organizzare un matrimonio economico

Rinunciare? Certo che no, a nulla! Tranne agli sprechi. È questa la parola d’ordine per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.