Home » Nozze Low cost » Anelli low cost » Come scegliere le fedi nuziali (con qualche dritta low cost)
Fedi Nuziali

Come scegliere le fedi nuziali (con qualche dritta low cost)

La scelta delle fedi nuziali è con tutta probabilità la più importante da compiere per il giorno del matrimonio, perlomeno sotto un certo aspetto. Se infatti tutti gli altri preparativi (dal ricevimento alle bomboniere, dall’abito al bouquet) si “esauriranno” nel corso della festa, le fedi nuziali vi accompagneranno per tutta la vita e faranno bella mostra di sé ogni giorno sulla vostra mano. Ecco allora qualche consiglio su come scegliere le fedi nuziali perfette (con qualche dritta low cost).

Come scegliere le fedi nuziali: consigli

La fede nuziale, simbolo dell’unione perfetta,  sarà in bella vista per tutta la vita sul vostro anulare sinistro, dito in cui passa la vena amoris (quella che va dritta al cuore). Di solito la scelta è fatta di comune accordo da entrambi gli sposi (anche se nel 90% dei casi è la sposa a decidere e lo sposo si limita ad assecondare la sua volontà). Il più delle volte sono i testimoni a regalarle ma spesso intervengono i genitori o capita che siano gli sposi stessi ad acquistarle o ad integrare il budget (se non sufficiente rispetto alla scelta fatta). Ecco i dettagli a cui prestare attenzione per essere sicuri di non sbagliare nell’acquisto delle proprie fedi nuziali.

  1. Il materiale: il consiglio “aureo” è quello di scegliere sempre le fedi in oro (aldilà del colore preferito che oltre al giallo classico potrebbe essere il bianco o quello rosa). Le fedi nuziali sono disponibili anche in platino o addirittura oggi se ne trovano in porcellana o legno. Ma considerando che la fede dovrà durare tutta la vita ad oggi l’oro 18 carati è l’unico materiale che garantisce davvero una durata inalterata nel tempo.
  2. Lo stile: è la scelta forse più impegnativa perché attualmente in commercio esistono modelli di fedi nuziali davvero originali e bellissimi. L’unico rischio da non correre è quello di farsi prendere troppo dall’estro e dalla voglia di stupire e di stancarsi dopo poco tempo di una fede “fuori moda”.  Le fedi classiche sono ancora le più vendute. Si può optare però per altri modelli come la francesina o la mantovana che per quanto siano più moderne sono ormai diffuse e portabilissime.
  3. Personalizzazioni: partendo dal presupposto che le fedi devono essere gemelle (quindi identiche), in base al budget a disposizione si può prevedere di personalizzare il gioiello con una pietra preziosa ( o un diamantino), ovviamente solo per quanto concerne la fede della donna. All’interno è usuale incidere il nome della persona amata e la data del matrimonio ma sono sempre più frequenti le incisioni di parole significative per i due innamorati o intere frasi, anche in latino.

Ovviamente consigliamo di provvedere all’acquisto delle fedi nuziali con un po’ di anticipo rispetto al giorno fissato per le nozze. Un paio di mesi prima se l’idea è quella di optare per delle fedi di tipo classico ma anche più di tre mesi se si è più inclini ad una scelta originale e ricercata. E soprattutto ricordate che è meglio provare la misura delle fedi con il caldo. Con le temperature rigide dell’inverno, il dito si riduce anche di una o due misure. Quindi non date per scontato di scegliere con cura le misure delle fedi nuziali.

Dritte low cost per scegliere le fedi nuziali

Cosa tenere in considerazione per risparmiare il più possibile nell’acquisto delle fedi nuziali?

  1. Scegliere la fede classica: già i modelli francesina o mantovana costano un po’ di più. Ovviamente da evitare pietre preziose e diamanti da incastonare.
  2. Alleggerire la fede: ma non scegliere altri materiali che non siano l’oro (è quello che dura più a lungo ed è praticamente a manutenzione zero). La più leggera fede nuziale di oro 18 carati è di 2-3 grammi per la donna e 5 per l’uomo.
  3. Nessun brand famoso: se l’obiettivo è risparmiare (o comunque non spendere cifre da urlo) il consiglio è quello di scegliere fedi che non abbiano una firma importante. Ce ne sono un’infinità “anonime” ma davvero bellissime (ovviamente sempre in oro 18 carati).
  4. Riciclare: è una moda in voga da qualche anno, nata con i cash and carry dell’oro usato. Un’idea non solo utile per risparmiare ma molto intelligente. Si fonde l’oro vecchio (bracciali, collane, ciondoli ultra-datati e che sapete in tutta sincerità che non ri-metterete mai) e si realizzano delle splendide fedi nuziali. Ben oltre il semplice riciclo.
  5. Scegliere la miglior offerta: scontato? A volte per non perdere tempo si sceglie tra un paio di preventivi, non di più. Il consiglio è di chiedere in giro, anche ad un orafo che potrebbe realizzarvi gioielli davvero personalizzati ma sulla base del budget da voi indicato o se avete dimestichezza con il web di affidarvi ad un negozio online (si risparmia tanto).
  6. Dulcis in fundo: ovviamente realizzate voi stesse il cuscino porta fedi! È semplicissimo, acquistate un po’ della stoffa che preferite, imbottite e decorate con merletti, perline o quanto più vi aggrada. E non dimenticate i nastrini per legare gli anelli!

 

Per concludere: le tradizionaliste ( e le scaramantiche) non lo ameranno ma l’informazione è d’obbligo ed oggi va di moda. Il tatoo! Esatto, la fede diventa un tatuaggio e segno indelebile sulla pelle, nel senso letterale del termine. Magari da sperimentare per il primo anniversario di nozze, però.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *