Home » cerimonia » Come organizzare un matrimonio civile bellissimo e senza errori
Cerimonia matrimonio civile

Come organizzare un matrimonio civile bellissimo e senza errori

Che si tratti di un matrimonio civile o religioso, tra pochi intimi o centinaia di invitati, il giorno delle nozze resta e resterà sempre uno dei più belli della propria vita. Ogni sposa merita il meglio e ogni matrimonio merita di essere celebrato senza errori.

Ma da dove cominciare  quando si tratta di un matrimonio con rito civile? Per la parte che riguarda i festeggiamenti ovviamente nessuna differenza (o quasi, di solito però ci sono meno invitati) con il matrimonio con rito religioso: sbizzarritevi con la fantasia dunque! Per quanto riguarda invece la parte della celebrazione del rito sarà bene tenere a mente alcuni accorgimenti. Vediamoli insieme.

Come organizzare un matrimonio civile

Oggi molti sposi prediligono il rito civile a quello religioso per il proprio matrimonio. Spesso si tratta di coppie atee o di differenti religioni oppure che hanno già contratto matrimonio in precedenza e risultano quindi divorziati.

Qualsiasi sia la motivazione, la scelta di celebrare il proprio matrimonio presso una struttura dell’amministrazione comunale nulla toglie al valore del legame e del rito stesso, che impegna i due sposi  con gli stessi diritti e doveri.

Si comincia con il recarsi presso il Comune di residenza per reperire le prime informazioni. Prevedete di darvi almeno un paio di mesi d’anticipo per fissare la data. Il matrimonio può essere celebrato in entrambi i comuni di residenza se gli sposi vivono in città diverse oppure in un terzo comune a scelta, purché si motivi la decisione per iscritto al proprio Municipio e si aspetti la delega.

A questo punto si attende la data del giuramento per la classica “promessa”, da pronunciare insieme ad almeno un genitore (o atti di nascita per accertare che non vi sia consanguineità) e un testimone. Dopo questo passaggio si attendono le pubblicazioni e si potrà comunicare a tutti la data delle nozze.

La celebrazione del matrimonio civile di solito è affidata al sindaco (o a un ufficiale di Stato civile) ma si può anche richiedere (in anticipo rispetto al giorno delle nozze) che ad officiarlo sia  un amico indicato dagli sposi.

Tutto qui. Il primo grande vantaggio del rito civile per un matrimonio infatti è proprio quello di essere più snello e veloce e di non avere praticamente alcun costo, solo un paio di marche da bollo per i documenti. I vantaggi economici non finiscono qui.

Come è noto in Comune non si va con i classici abiti degli sposi e  questo si traduce in un evidente taglio alle spese, anche a quelle correlate come gli accessori per la sposa, i vestiti di damigelle e paggetti o i costosi (e numerosi) addobbi floreali di solito riservati alla Chiesa, così come l’auto da noleggiare per arrivarci.

Di solito però, ciò che si rimprovera ad un matrimonio civile è la freddezza del rito, dell’ambiente e della cerimonia in generale. Certo da questo punto di vista è inevitabile il paragone con l’entrata scandita dalla marcia nuziale in Chiesa e in genere con quell’atmosfera magica fatta di decorazioni floreali e candele che regalano mille emozioni e sono in grado di commuovere anche i più insensibili.

Ma attenzione: se avete un po’ di budget a disposizione, anche il matrimonio civile può essere trasformato in un rito indimenticabile ed emozionante e far sciogliere tutti in lacrime! La cerimonia di matrimonio civile può e deve essere unica!

Una location all’aperto o di gran pregio

In molti casi l’amministrazione comunale ha a disposizione un giardino o un cortile all’aperto dove poter celebrare il rito. Fermo restando che i registri ufficiali non possono lasciare l’area comunale, informatevi sulle opzioni messe a disposizione e potrete scoprire con sorpresa che fanno parte della “casa comunale” anche castelli, teatri, dimore d’epoca o ville lussuose.

Un po’ d’ambiance

Il Comune può mettere a disposizione dei futuri sposi due sedie a trono e un po’ di fiori.
Nulla vieta però di integrare le decorazioni con qualcosa di personale, a cui potrete aggiungere anche un po’ di musica e di luci e dedicare qualche minuto alla lettura della “vostra” promessa al partner, quella che viene dal cuore e che usa le vostre parole per esprimersi.

All’uscita degli sposi non prevedete solo il lancio di riso e confetti ma pensate anche a coriandoli colorati e bolle di sapone, magari soffiate dai più piccini che si divertiranno un mondo.

Infine, qualche piccolo consiglio di galateo

Per quanto riguarda le partecipazioni fate in modo che siano davvero molto semplici e consegnatele a mano. Se convivete già indicate pure il vostro attuale indirizzo di casa (e non quello di mamma e papà!). L’abito della sposa fino a qualche anno fa doveva essere un semplice tailleur.

La tendenza è cambiata e potete dar sfogo al vostro romanticismo ma evitate comunque abiti da sposa pomposi o con lunghi strascichi e velo. Se poi è il vostro secondo matrimonio evitate anche il colore bianco. Infine ma non meno importante: in Municipio si arriva puntuali, quindi niente attese per il povero sposo!


Check Also

Come organizzare un matrimonio chic a Pescara: consigli ed idee trendy

L’organizzazione di un matrimonio richiede grande attenzione anche ai dettagli che, ad una prima apparenza, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *