Home » cerimonia » Il galateo del matrimonio: sobrietà, stile minimal e qualche regola di bon ton
bon-ton-nozze

Il galateo del matrimonio: sobrietà, stile minimal e qualche regola di bon ton

Ogni evento importante ha bisogno delle sue regole per avere successo e il galateo del matrimonio è uno dei primi aspetti da conoscere per essere certi di organizzare una giornata perfetta e senza cadute di stile. Qui di seguito, passo dopo passo, i consigli bon ton di Nozzefurbe e qualche dritta per non sbagliare con futuri suoceri, amici e parenti.

Le regole d’oro del galateo del matrimonio per un evento impeccabile

L’entrata in Chiesa. Non è vero che alla sposa tutto è concesso e che è giustificata dall’arrivare con un’ora di ritardo in Chiesa, perché è il giorno del suo matrimonio! La prima regola del galateo impone sobrietà e rispetto dell’ospite: quindi non più di 10 minuti di ritardo. La sposa entra al braccio del padre (che è alla sua destra), dopo aver fatto passare paggetti e damigelle e troverà in Chiesa già lo sposo, che sarà entrato a sua volta accompagnato dalla madre.

Gli inviti. L’inchiostro per scrivere gli indirizzi (a mano!) deve essere grigio o color seppia. Oggi al tradizionale RSVP, si può inviare anche una e-mail di risposta. Per la data del matrimonio, ricorda di scrivere prima il giorno della settimana e poi numero, mese e anno. È buona regola di galateo ricambiare gli inviti ricevuti in passato, invitando tutti coloro che ti hanno incluso nella loro lista degli invitati.

La sposa. Non è possibile indossare  il velo per il matrimonio civile, soprattutto quando si tratta di seconde nozze. Secondo il galateo del matrimonio inoltre alla sposa non è concesso indossare né l’ anello di fidanzamento, né gioielli vistosi, né i guanti in Chiesa (può entrare con i guanti ma deve toglierli non appena saluta lo sposo e si sistema per cominciare la funzione).

La divisione delle spese. Punto dolente. Le usanze variano un po’ da regione a regione in Italia ma in linea di massima ci sono spese che competono ai genitori della sposa e altre di cui invece devono occuparsi i genitori dello sposo. In generale, la tendenza odierna è quella di fare i vari preventivi e dividere poi a metà il tutto.

Dress code matrimonio. Da sempre il total black e il total white sono vietati alle invitate. Oggi si tende tuttavia a scegliere il colore nero soprattutto per i matrimoni d’inverno e serali, perché risulta elegante ed è una scelta con la quale non si sbaglia mai. L’importante è abbinare accessori luminosi, in oro e argento ad esempio, o gioielli preziosi che donano un tocco di colore.

Regali e wedding bag. Per i parenti che vivono in un’altra città sarà meglio predisporre una lista nozze sul web. Ricorda inoltre di fare una lista man mano che cominci a ricevere i primi regali, in modo da poter  inviare facilmente i ringraziamenti nelle settimane successive al matrimonio, senza dimenticare nessuno! Molto creativa l’idea della wedding bag in voga oggi: tutto il necessario per il massimo del comfort nel corso dell’evento!

Scelta dell’abito da sposa. Di solito si sceglie almeno sei mesi prima della data fatidica. Le mamme sono le persone predilette ma si può andare a visitare gli atelier anche con l’amica del cuore, la sorella o la suocera.

Cerimoniale del banchetto. La mamma della sposa fa gli onori di casa in attesa che gli sposi rientrino dal servizio fotografico. Il menù deve essere posizionato sui tavoli. Lo sposo non deve mai abbandonare la sala e lasciare la sposa da sola. Infine il galateo del matrimonio consiglia di offrire un piccolo buffet la sera prima del gran giorno ad amici e  parenti arrivati da fuori città appositamente per partecipare al matrimonio. È un gesto cordiale e di grande ospitalità e permette di festeggiare tutti insieme, evitando magari le cadute di stile dell’addio al nubilato/celibato ormai demodè.

 

 

 


Check Also

wedding-planner

Come scegliere un wedding planner: quando conviene davvero il fai da te?

Prima di dare qualche consiglio su come scegliere un wedding planner, molte spose vorranno sapere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *