fotolibro matrimonio

Per il Tuo Matrimonio, Fotolibro del Fotografo o Fotolibro Online?

Una tra le voci di spesa più consistenti nell’organizzazione della fatidica giornata è sicuramente quella destinata al Fotografo; è impensabile un matrimonio senza fotografie e annesso album fotografico e foto ricordo da lasciare ai parenti.

Per risparmiare, molte spose si affidano ad amici e parenti che, amanti della fotografia ma non professionisti, non garantiscono un risultato professionale e di alto livello, con il rischio che negli anni seguenti ci si ritrovi a rivedere le foto del giorno più bello della tua vita, annerite, sbiadite, mosse o sgranate; per questo è importante affidarsi ad un fotografo professionista per gli scatti del giorno del matrimonio, ma per quanto riguarda la stampa invece?

Non tutti sanno che sulla stampa fotografica, un risparmio consistente può esserci, garantendo anche lo stesso risultato del fotografo; vi state chiedendo cosa e in che modo si può risparmiare? Semplice: impaginando e stampando il proprio fotolibro online, anziché lasciare che se ne occupi il fotografo!

Attenzione, parliamo di fotolibro e non di album foto; il fotolibro è un prodotto moderno nato dal passaggio dalla pellicola al digitale, che ha sostituito il vecchio album con la velina tra le pagine e le foto da aggiungere manualmente, attualmente utilizzato solo dalle più nostalgiche.

Ma perché farlo online e non lasciare che se ne occupi il fotografo?

Dipende se si vuole risparmiare sul tempo o sul denaro; lasciare tutto il lavoro al fotografo è sicuramente comodo, ci permette di non dover spendere il proprio tempo e le proprie energie e trovarsi un lavoro già bello che finito, il risparmio di tempo, però non combacia con quello economico: un fotografo può chiedere dai 700€ agli oltre 1000€ per un fotolibro di circa 60 pagine, mentre su internet potete trovare laboratori fotografici specializzati nella stampa di fotolibri professionali con prezzi decisamente più competitivi; un fotolibro di ottima qualità e specifico per questa cerimonia, può essere creato a partire da 40€!

I fotolibri online sono prodotto realizzati da laboratori fotografici specializzati nella stampa, come nel caso della 12Print, e ne esistono tanti modelli e formati per ogni occasione, nel caso di un matrimonio è indicato il fotolibro élite, con materiali artigianali, stampa su carta fotografica Kodak o Fujifilm, copertina a scelta e fotografie corrette manualmente.

Come creare un fotolibro online? Basta registrarsi gratuitamente al sito e caricare le foto da stampare per poter procedere, poi, con l’impaginazione del fotolibro che può essere fatta personalmente o la si può affidare allo staff dei grafici; nel caso dell’impaginazione manuale si procede scaricando un software gratuito con cui scegliere tutti i dettagli del fotolibro che si vuole stampare ovvero il formato, le dimensioni, il numero di pagine, il tipo di copertina, il tipo di rilegatura, la qualità della carta, l’aggiunta di testi o clip art e la copertina.

Se non ci si sente abbastanza sicuri nel procedere da soli o non si hanno le idee chiare su come deve essere il risultato finale del libro, possiamo lasciare che sia lo staff tecnico e grafico ad occuparsi dell’impaginazione: con un costo aggiuntivo di 2€ per pagina, verrà corretta e impaginata manualmente ogni pagina del fotolibro; se la grafica rispecchia i propri gusti si procede con stampa e il fotolibro verrà recapitato direttamente a casa, aggiungendo pochi euro per le spese postali di spedizioni, in circa 10 giorni lavorativi.

Fare un fotolibro online permette di risparmiare centinaia di euro, richiede poche ore del proprio tempo, ed è anche un ottimo motivo per riguardare tutte le foto del proprio matrimonio!

stati d'animo matrimonio

Il Matrimonio in tutti i suoi aspetti e stati d’animo

Quando si avvicina il giorno più importante della vita, ansia, eccitazione e stress sono sensazioni comuni a tutte le coppie.

È del tutto normale che qualche mese prima della pronuncia del fatidico “si”, i futuri sposini siano pervasi da sensazioni d’ansia.

Sono fenomeni comuni alla stragrande maggioranza delle coppie eppure, bisognerebbe arrivare al giorno del matrimonio rilassati, tranquilli e soprattutto consci del fatto che quella giornata è l’epilogo di un amore grande, esclusivo e meraviglioso.

Purtroppo, arrivare stressati a quel giorno non è affatto difficile viste le numerose incombenze ed i vari compiti da assolvere specialmente se si è caratterialmente ansiosi.

Ogni sposa desidera che il giorno del suo matrimonio sia perfetto e tutto appaia impeccabile a partire dalla cerimonia religiosa per finire al banchetto nuziale.

L’organizzazione di un matrimonio è decisamente complicata e mette a dura prova anche coloro che di solito riescono a pianificare ogni situazione.

Chi ama sposarsi con matrimoni tradizionali è consapevole del fatto che le problematiche raddoppiano poiché la cerimonia che si è pianificata mentalmente, si prospetta impreziosita di innumerevoli particolari tipici di chi ama seguire tutte le tappe.

Il matrimonio tradizionale affonda le sue radici in anni ed anni di tradizione e rispetta rigorosamente una serie di usanze che si tramandano da madre in figlia e che nella cultura italiana sono il simbolo di un’unione duratura e felice.

Molte coppie al fine di evitare inutile stress, affidano la pianificazione del loro giorno speciale ad una Wedding Planner che letteralmente significa “organizzatore di matrimoni”.

Affidarsi a delle figure professionali è sinonimo di matrimonio perfetto infatti, tutto verrà reso speciale.
Semplicità, eleganza e tradizione entreranno in simbiosi per ricreare atmosfere da sogno dove gli sposini saranno gli indiscussi protagonisti.
Una vera e propria favola che eviterà l’insorgere di piccoli inconvenienti che potrebbero turbare la felicità di quel giorno.
Nulla sarà lasciato al caso ma ogni cosa verrà curata con estrema dovizia di particolari.

Niente ansia quindi, per i futuri sposi ma solo una serie di riunioni dove gli specialisti consiglieranno sul tema da scegliere, sulla location da sogno, sullo stile architettonico di quest’ultima, sui vari allestimenti, sul servizio fotografico e sulle formule dei banchetti nuziali.

La Campania per antonomasia, è la regione dove si ama rispettare una tradizione che appare quasi come un culto ed ancora oggi, si prediligono quei matrimoni ricchi di fascino con paggetti e damigelle, chiese adornate di fiori, lanci di riso e confetti e voli di colombe all’uscita della chiesa.

Collegandosi al sito delle cerimonie salerno è possibile comprendere come sia facile programmare un matrimonio curato in ogni minimo dettaglio per permettere ai futuri sposini di arrivare al giorno più bello della loro vita, sorridenti, tranquilli e rilassati.

Affidandosi al wedding planner è possibile conferire al matrimonio una ventata di novità rispettando la tradizione delle varie fasi tra un tripudio di profumi, aromi e colori ma soprattutto, senza stress per gli sposi e per i loro ospiti.

noleggio abito sposa

Noleggio abito da sposa: quando e perché è la soluzione ideale

Una scelta non adatta a tutte ma perfetta per la sposa pratica, moderna e in linea con le nuove tendenze del matrimonio low cost: parliamo del noleggio abito da sposa, ipotesi che di sicuro non convince le più romantiche e tradizionaliste ma che rappresenta la soluzione ideale per chi vuole organizzare un matrimonio indimenticabile, limitando il budget alle spese davvero basiche ed essenziali.

Per quanto noleggiare sia sinonimo di risparmio, è bene precisare che i costi relativi al noleggio abito da sposa possono comunque diventare rilevanti: oscillano da un minimo di 200 o 300 euro fino ad arrivare anche a 1000 o 1200 euro.

È chiaro che se la scelta ricade su un abito semplice e basico, allora si può optare per vestiti nuovi in una fascia low cost: scelta che porterebbe a spendere al massimo 1500-1800 euro semplicemente recandosi in uno dei tanti outlet che li mettono a disposizione.

Questo è uno dei casi in cui probabilmente è meglio valutare l’opportunità di effettuare l’acquisto piuttosto che attivarsi per prendere l’abito in affitto.

Se invece si punta ad atelier di classe e grandi firme allora anche una cifra che può sembrare elevata per un noleggio abito da sposa, in realtà appare giustificabile a fronte della scelta che si va a compiere. Quella di non rinunciare all’abito da sposa dei propri sogni.

Noleggio abito da sposa, quali vantaggi?

Ovviamente il primo innegabile vantaggio di una scelta di questo genere è esattamente quello di potersi concedere un vero e proprio lusso proveniente da boutique di altissima qualità, limitando il budget al di sotto del migliaio di euro.

Il noleggio abito da sposa rappresenta la soluzione ideale per chi deve fare i conti con le ristrettezze economiche imposte dalla crisi ma non vuole rinunciare alla qualità.

Molto spesso un budget ridimensionato costringe a tagliare anche su bellezza e pregio. In questo caso invece con una spesa inferiore a quella preventivata si può avere un abito principesco e che darà bella mostra di sé in foto e video memorabili.

Noleggio per tutti: anche per lo sposo?

Ma decidere di affittare gli abiti da cerimonia può essere una scelta in grado di coinvolgere anche i parenti più stretti come la propria mamma, sorella o testimone di nozze.

Non bisogna credere che noleggio sia sinonimo di abiti usati e di seconda mano ripuliti alla meno peggio: gli atelier più forniti mettono a disposizione addirittura intere collezioni di abiti da sera che ad esempio, essendo stati utilizzati per sfilate di alta moda, non possono essere venduti nei negozi secondo i canali tradizionali.

In realtà è evidente che si tratta di abiti assolutamente nuovi e bellissimi. e ce ne sono di elegantissimi anche per i futuri mariti.

Si affitta, si usa e si restituisce: semplice e pratico

Tra i vantaggi di prendere a nolo gli abiti per un evento di gala come quello del matrimonio rientra di certo anche quello di non dover avere il pensiero di portare l’abito in lavanderia e riporlo nel proprio guardaroba una volta finita la festa!

Dettaglio (ma in realtà non di poco conto) se si considera che l’abito da sposa è di solito molto ingombrante e dovrà occupare quello spazio per anni, visto che non lo si potrà riutilizzare e che chi lo conserva ha come obiettivo proprio quello di tenerlo immacolato nell’armadio per poterlo ammirare di tanto in tanto.

Un noleggio abito da sposa permette di ovviare a tutto questo e di solito le spese per la pulizia sono già comprese nel noleggio: è l’atelier ad occuparsene, affidandosi ai suoi fidati fornitori.

Gli affari corrono sul web

Ma l’occasione viaggia anche sul web. Internet offre un’infinità di risorse e sono moltissimi i forum di neo-sposine che mettono a disposizione il proprio abito per il noleggio.

Ci si può fidare e magari restringere il cerchio alle ragazze della propria provincia/Regione in modo da poter agevolmente visionare l’abito e poterlo provare.

Mai cedere invece alla tentazione di indossare l’abito di un’amica (sicuramente a costo zero ma sconveniente e imbarazzante, a causa degli innocenti seppur inevitabili paragoni e dei “doppioni” nelle foto).

Matrimonio green e scelte consapevoli

Infine, che dire dell’encomiabile generazione di sposi consapevoli ed ecologici che non fanno che stupire parenti e amici durante le proprie feste di matrimonio?

Bomboniere che in realtà sono donazioni, inviti e segnaposto in materiale riciclabile e noleggio di oggetti (e appunto di abiti) che grazie a questa pratica green e amica dell’ambiente ritrovano una seconda vita.

Per concludere, un piccolo consiglio: l’arma segreta di un abito preso a noleggio si chiama personalizzazione.

Potrete impreziosire anche un abito firmato e chic ma semplice con cerchietti scintillanti da porre sui vostri capelli o un velo mozzafiato o una veletta.

Oppure con una stola originale, elegantissimi guanti o fiori di stoffa raffinati. Tutti oggetti che ad ogni modo resteranno solo vostri e che potrete ammirare e accarezzare in qualsiasi momento della vostra vita.

 

Idee regalo per un matrimonio

Idee regalo per un matrimonio economico: ecco le migliori per non passare inosservati

Ricevere l’invito per partecipare ad un matrimonio è sempre un momento entusiasmante.

Partiamo dall’idea che chi vi invita vuole avervi vicino per festeggiare il più bel giorno della sua vita di coppia.

È un giorno speciale in cui tutti devono sinceramente condividere quella gioia e quella felicità e festeggiare l’evento con la stessa allegria degli sposi.

Ora pensate a come vestirvi, a scegliere gli accessori e a prenotare il parrucchiere. Ma soprattutto: cosa regalerete agli sposi?

Come per ogni festa che si rispetti è normale avere il desiderio di regalare qualcosa di importante ma che sia anche simbolico e rappresenti quindi un ricordo nel tempo per la coppia dei vostri amici o parenti.

Ecco le idee regalo per un matrimonio economico che vi permetteranno di far piacere ai novelli sposi ma di tenere sotto controllo anche il portafogli.

Dalla casa alla luna di miele: bellissime idee regalo per un matrimonio economico

Cominciamo col dire che di solito le idee più gettonate per una nuova coppia di sposi sono quelle inerenti l’arredo della casa o la decorazione degli interni o l’allestimento del giardino.

Vi possiamo garantire che ricevere un regalo per la nuova casa è sempre un gesto molto apprezzato dagli sposi, considerando i costi che bisogna affrontare per arredare ogni singolo ambiente.

Ecco allora un elenco di ciò che potete scegliere per essere sicuri di fare un regalo gradito. Ovviamente la scelta è condizionata anche dal budget di cui disponete.

In alternativa potete sempre aggregarvi ad un’altra coppia di amici o partecipare con una quota ad un regalo di gruppo.

La Cucina

Il luogo che più si presta a scatenare la fantasia è di certo la cucina. Potete scegliere un raffinato set di accessori per il vino, con tanto di decanter e bicchieri di cristallo. Lui è un esperto sommelier ma lei adora cucinare? La farete felice regalandole una planetaria con cui preparare dolci, impasti di pane e pizza e semifreddi per la bella stagione.

Il Salotto

Passiamo al salotto: che ne dite di una bella e utilissima libreria (magari di quelle più economiche che si montano fai da te).

Nei giorni dopo l’evento, potrete andare a far visita alla nuova coppia di sposi e portare una scatola piena di libri con i quali cominciare a riempire gli scaffali ancora vuoti.

Sono sposi “biologici” e attenti all’alimentazione? Puntate su yogurtiere, centrifughe e macchine per macinare i cereali. Infine che ne pensate di un quadro?

Se conoscete gli sposi abbastanza bene da sapere con certezza che ad esempio adorano lo stile moderno, scegliete una tela dai colori che s’intonano all’arredamento della casa. Sarà un oggetto prezioso per la parete del salotto o della camera da letto.

Hi-Tech

Passiamo al settore hi-tech. Oggi senza la tecnologia non saremmo in grado di fare neppure la metà delle cose che facciamo!

Ma dato che per quanto utili si tratta di oggetti comunque costosi, potete comunque rendere felici i vostri amici coinvolgendo più invitati nella partecipazione del regalo.

Ecco che allora potrete decidere di acquistare ad esempio un computer portatile, un tablet, una videocamera, un robot aspiratutto per le pulizie, una macchina fotografica, un navigatore.

Hanno già un maxi-schermo? Pensate all’home-theater! È utilissimo e davvero fa la differenza.

Di solito si rimanda sempre l’acquisto di questo genere di cose, soprattutto dopo aver affrontato la spesa di un televisore di ultima generazione.

Regalare una chicca tecnologica di questo livello, non potrà che risultare molto gradito. Ma per un pensiero di sicuro effetto e ad un costo molto più contenuto andrà benissimo anche una cornice digitale (in alternativa alla classica d’argento).

Benessere e Viaggi

Se la casa degli sposi è già arredata di tutto punto (perché magari già convivevano) e se sono sempre al passo con la tecnologia, allora scegliete comunque di far loro un regalo utile.

Qualche esempio? Un impianto idromassaggio da installare in vasca, per momenti di puro relax. O che dire di un soggiorno direttamente in Spa?

Acquistate uno dei cofanetti weekend, che prevedono massaggi di coppia e cena a lume di candela. Ne saranno entusiasti. In vista della partenza per il viaggio di nozze cosa ne pensate di un set di valigie, di varie dimensioni e dal design ricercato? Davvero un regalo molto utile e di gran classe.

Ovviamente se lo preferite (o vi ritrovate all’ultimo minuto senza regalo) potete sempre optare per la scelta  di qualche oggetto presente in lista nozze o in alternativa lasciare una quota nella lista viaggio di nozze.

A seconda del vostro budget potrete acquistare una delle escursioni previste nel tour della luna di miele oppure depositare i contanti per l’acquisto di una parte dei chilometri previsti nel viaggio.

Regali Solidali

Infine, sempre più coppie di sposi decidono di includere nella propria lista di nozze dei progetti solidali.

In qualità di invitati andate a scoprire quello che vi sta più a cuore e decidete di contribuire ad uno dei regali senza dubbio più utili per definizione.

 

Segnaposto Economici Matrimonio

Segnaposto economici per matrimonio: idee fai da te per stupire con eleganza

Quando si tratta di organizzare un matrimonio, i dettagli rappresentano una parte importante a cui pensare e dalla loro cura  dipende la riuscita di tutto l’evento.

E la scelta dei segnaposto rappresenta uno dei tanti aspetti a cui  la sposa dovrà prestare la dovuta attenzione, possibilmente senza aspettare l’ultimo minuto!

Vediamo insieme le idee più originali per realizzare segnaposto economici per matrimonio, da poter confezionare da sole senza alcun problema o da poter acquistare online senza spendere una fortuna.

Le idee più originali per segnaposto economici per matrimonio

Per poter scrivere i nomi sui segnaposto utilizzate la china o penne stilografiche o pennarelli dorati/argentati o colorati: molto dipende dal materiale su cui scrivere e dal tema che avete scelto per il matrimonio.

Il nome dell’invitato va scritto in modo semplice, senza titoli. Magari preparate dei bigliettini in più da tenere da parte, saranno utili nel caso di cambiamenti dell’ultimo minuto.

Il tocco di classe finale? Coordinate i segnaposto al tableau di matrimonio.

Tra le nuove tendenze del settore ci sono i segnaposto commestibili. Tra quelle di maggior effetto  spiccano certamente le piantine aromatiche.

Organizzatevi per tempo con piccoli vasetti di vetro o cestelli di rame o alluminio. Potete anche realizzare dei mazzettini di peperoncini rossi o nelle varie tonalità dell’arancio.

Di grande effetto cuori e sagome di marzapane, da realizzare magari con l’aiuto di una cake designer. Molto in voga anche le decorazioni e i porta-bigliettini realizzati in pasta di mais o di zucchero.

Avete una piccola ditta di prodotti tipici? Sbizzarritevi con echantillon di miele, confetture di diversi gusti, da impreziosire con nastri e posizionare sui tavoli.

Volendo potete realizzare dei sacchettini di raso o cotone o scatole di cartoncino all’interno dei quali mettere dei confetti decorati che gli ospiti potranno portare a casa e che sostituiranno la classica confettata.

Le spose più esigenti opteranno di certo per soluzioni più sofisticate e sceglieranno segnaposto economici per matrimonio ma più lavorati e magari scovati su internet (se il budget lo consente si possono acquistare segnaposto davvero incantevoli).

Gli oggetti più raffinati che vogliamo segnalarvi sono delle boccettine (ricordano molto quelle degli smalti da donna) di bolle di sapone, impreziosite con brillantini: di sicuro effetto.

Si potranno acquistare anche degli oggetti rappresentativi di qualche aneddoto della propria vita di coppia o legati alla propria professione: lavagnette sulle quali scrivere con gessetti colorati, sedioline, chiavi, amuleti.

Un’idea scintillante? Acquistate sul web le lanterne cinesi o delle candele che renderanno l’atmosfera soft e magica in un attimo.

Le spose più intraprendenti adoreranno invece il fai da te. Ecco qui di seguito le nostre idee migliori per realizzare segnaposto economici per matrimonio ma di sicuro effetto.

Il vostro matrimonio è sul mare? Pensate innanzitutto al tovagliato che deve essere chiaro ma sul quale non potranno mancare tovaglioli o altri dettagli in blu e bianco, rigorosamente a strisce.

Procuratevi conchiglie, corde con le quali realizzare i nodi da marinaio e poi pietre raccolte in spiaggia, che avrete cura di lavare e dipingere per realizzare i vostri originali segnaposto.

Magari il vostro futuro marito è il titolare di un pub o di un wine bar?

Cominciate per tempo a mettere da parte i tappi di sughero delle bottiglie di vino più pregiate.

Saranno perfetti per realizzare i vostri segnaposto magari arricchiti da fiorellini, strass e nastri. Siete alla ricerca di un tocco di colore per i tavoli dei vostri ospiti? Allora questa è l’idea perfetta per voi.

Procuratevi uno stampo della forma che preferite (cuore?) e acquistate del gesso profumato per realizzare tutti i vostri segnaposto.

Vi sposate in autunno? Approfittate di una bella gita fuori porta per raccogliere le pigne più belle dei boschi più vicini.

Una volta a casa potrete adoperare dello spray del colore che più vi piace per renderle dei segnaposto economici per matrimonio ma dall’effetto sbalorditivo.

Siete delle letterate dall’animo sensibile e romantico? Realizzate voi stesse delle pergamene sulle quali scriverete frasi e poesie d’amore.

Con un pizzico di fantasia in più potrete realizzare voi stesse dei segnalibri con le citazioni delle romanzi d’amore più famosi o più significativi per voi.

Non avete molta dimestichezza con colla, forbici e nastrini? Scegliete delle mollette per i vostri bigliettini segnaposto oppure acquistate le classiche coppie di sposini di carta, che strappano sempre un sorriso a tutti.

Infine un’idea veloce, per le ritardatarie dell’ultimo minuto. Si tratta dei cosiddetti segnaposto da bicchiere.

Com’è facile intuire non si poggiano sul tavolo o sul tovagliolo ma direttamente sul bicchiere. Quelli a forma di farfalle sono incantevoli ma potete curiosare in giro e trovare il disegno che più vi piace. L’effetto decoro è garantito e voi ne resterete più che soddisfatte.

papa-divorzio

Seconde nozze: le dichiarazioni del papa sui divorziati risposati

Le seconde nozze seguono un galateo completamente diverso dal “primo sì”.

E come è noto non si possono celebrare in chiesa ma solo in Comune o comunque con un rito civile.

Solo in alcuni casi è previsto il ritorno in chiesa per chi desidera risposarsi, vale a dire per i vedovi e per coloro che hanno ottenuto l’annullamento del primo matrimonio presso la Sacra Rota.

E per tutti gli altri? Per chi è cattolico e tiene al rito religioso per le seconde nozze, ecco che si riaccendono le speranze di poter tornare ai sacramenti e all’Eucarestia.

Le dichiarazioni del papa su divorziati e risposati sono promettenti.

Le parole di Papa Francesco sulle seconde nozze

Le parole di Papa Francesco lasciano ben sperare e soprattutto aprono un varco in direzione di quanti guardano alle seconde nozze ma con la consapevolezza di non poter festeggiare il rito in maniera religiosa.

Mantenendo le promesse fatte qualche tempo fa, le dichiarazioni di Bergoglio restano in linea con quanto sostenuto e che sarà oggetto di discussione nel prossimo Sinodo.

Quest’ultimo si terrà  dal 4 al 25 ottobre 2015 e s’intitola “La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo”: affronterà tra le altre questioni anche il tema riguardante le seconde nozze dei divorziati risposati.

Il 23 giugno scorso infatti è stato presentato l’Instrumentum Laboris, testo base sul quale si concentreranno i lavori dell’Assemblea Generale Ordinaria.

Il testo si divide in tre parti fondamentali: l’ascolto delle sfide sulla famiglia, il discernimento nella vocazione familiare e la missione della famiglia oggi.

Lo studio era partito già con Ratzinger quando era prefetto della Dottrina della Fede.

L’obiettivo è quello di trovare una soluzione alternativa al processo canonico di annullamento del matrimonio: al momento infatti è questa l’unica strada possibile da percorrere per quanti desiderino tornare ai sacramenti con le seconde nozze.

Papa Francesco aggiunge che la Misericordia è “più grande”: della casistica, dei preconcetti.

E soprattutto che non bisogna mai condannare ma accompagnare chi ha sperimentato sulla propria pelle il dolore del fallimento di un amore.

Perché, come lui stesso dichiara, quando si decide di lasciare la casa del padre e della madre per unirsi ad un’altra persona può capitare che questo amore fallisca ed è ciò che succede tante volte.

L’atteggiamento nei confronti di queste persone deve essere misericordioso e non possono diventare “una casistica”, di cui studiare la situazione.

Instrumentum Laboris: il testo del Sinodo sulla Famiglia di ottobre 2015

Questo testo che sarà protagonista del Sinodo di ottobre nasce sulla base della relazione finale messa ai voti lo scorso 18 ottobre nel corso del Sinodo straordinario sulla famiglia.

Dopo otto mesi di lavori, mettendo a confronto tutte le varie diocesi, questo è il risultato.

Il testo sul quale si discuterà ruota attorno a quattro temi cardine e riporta tutte le posizioni riscontrate, a favore o contrarie rispetto ad ogni argomento da esaminare.

Ecco i temi del confronto. Nella fattispecie si parlerà di:

1. accesso per i divorziati ad un nuovo matrimonio ecclesiastico

2. rispetto per i cattolici omosessuali

3. gratuità per i processi di nullità matrimoniale

4. maggiore spazio nel mondo sacerdotale per le donne

In particolare e per quanto ci riguarda in questa sede, le seconde nozze potrebbero ritornare ad essere celebrate con un rito ecclesiastico in un prossimo futuro.

Nell’Instrumentum Laboris si legge che sui : “divorziati risposati civilmente che si trovano in condizione di convivenza irreversibile c’è un comune accordo sulla ipotesi di un itinerario di riconciliazione o via penitenziale, sotto l’autorità del vescovo”.

Seconde nozze, le nuove prospettive della Chiesa Cattolica

Come specificato durante la conferenza stampa, non si può ancora parlare di un’apertura vera e propria ma sicuramente s’inizierà un percorso perlomeno di discussione sul tema.

La via da seguire rimarrà sempre quella “ufficiale” del matrimonio ma probabilmente sarà possibile un nuovo accesso ai sacramenti, ad ogni modo preceduto da un cammino penitenziale sotto la responsabilità del vescovo diocesano.

Una strada che si apre ad un’idea di famiglia più al passo coi tempi, come sottolinea il cardinale Maradiaga.

La famiglia classica non esiste più: ci sono i separati, le famiglie allargate, mamme single, matrimoni senza figli e unioni tra persone dello stesso sesso.

La Chiesa deve dare risposte nuove, che non possono più fondarsi sull’autoritarismo e il moralismo.

 

Matrimonio Civile

Matrimonio Civile: come districarsi nella burocrazia

Quando due innamorati decidono di convolare a giuste nozze, una delle prime questioni da affrontare è la scelta del tipo di matrimonio.

In Italia, esistono due tipi di contratto matrimoniale: civile e religioso.

Il matrimonio civile, negli ultimi anni, sta conoscendo una fase di vera e propria ascesa nel nostro Paese.

C’è da dire che, rispetto alla tradizionale cerimonisa religiosa, il matrimonio civile comporta “pratiche” decisamente più snelle per sposarsi, consentendo anche l’allestimento di matrimoni più moderni e originali, magari in location come giardin o spiagge assolate.

Naturalmente, trattandosi di un vero e proprio contratto valido a livello Statale, i due contraenti, ovvero gli sposi, per poter celebrare il loro matrimonio, devono richiedere alcuni documenti, ovvero:

  • L’atto di nascita

  • Il certificato di residenza

  • Il Certificato di stato libero e cittadinanza

Quando si pensa ad una funzione civile, si pensa ad un matrimonio più sobrio, decisamente più in linea con i tempi che viviamo.

Inoltre, inutile negarlo, il matrimonio civile è anche un’opzione più economica rispetto a quella religiosa.

La differenza di budget tra il matrimonio religioso e le nozze civili

Questo, infatti, un particolare non da poco, specialmente in un periodo di forte crisi come questo.

Anche se il matrimonio religioso si ricollega inevitabilmente al fascino e al candore del velo bianco, dell’organo e delle navate vestite a festa, è anche vero che le nozze civili non devono necessariamente implicare una “caduta di stile” o una “perdita di magia”.

Naturalmente, decidere di contrarre un matrimonio civile, non significa dover rinunciare all’abito bianco, ma, in caso vogliate farlo, questo tipo di cerimonia è sicuramente quella che fa per voi.

Secondo il “galateo”, infatti, l’abito da sposa per la funzione civile, non dovrebbe essere il classico abito bianco, ma può tranquillamente essere un qualsiasi abito elegante adatto ad un’occasione così speciale (anche un tailleur dal taglio pulito e semplici può diventare un vestito da sposa, specialmente se non si è più giovanissime).

Se si decide di optare per un abito fuori dall’ordinario, è possibile risparmiare anche su alcuni accessori strettamente legati al tradizionale abito da sposa, come guanti, giarrettiere, tiare ecc.

Anche la presenza di figure come le damigelle o i paggetti è assolutamente opzionale (e, c’è da dirlo, in caso di rito civile anche decisamente superflua); per garantire il regolare svoglimento della funzione, è sufficiente la presenza di due testimoni.

Anche se si tratta di scelte del tutto personali, c’è da dire che per un matrimonio di stampo civile anche la scelta delle fedi è a discrezione assoluta degli sposi, che possono allestire un budget che può andare da 150 a 1000 euro.

Le spese burocratiche per il matrimonio civile

Per quanto riguarda le spese burocratiche, è bene ricordare che sposarsi in Comune non costa assolutamente nulla, tranne, ovviamente, le spese per le marche da bollo da applicare ai vari documenti precedentemente citati (nello specifico, si tratta di due marche da 14.62 Euro nel caso uno dei due contraenti non sia residente nel Comune dove si svolge la funzione o di una sola marca in caso entrambi risiedano nel Comune suddetto).

A questo proposito, gli sposi devono ricordarsi di recarsi presso l’Ufficio di Stato Civile del proprio Comune di residenza dove dovranno prendere un appuntamento per la cosiddetta “promessa di matrimonio”: questa procedura deve partire circa due mesi prima della data stabilita per il grande giorno.

Fatto ciò, i due sposi dovranno produrre un’autocertificazione a cui seguirà l’esposizione delle pubblicazioni; da quel momento, i futuri marito e moglie avranno 180 giorni di tempo per celebrare il matrimonio.

Coloro che decidono di optare per il rito civile, pensano solitamente ad una cerimonia più informale, dove il numero degli invitati sarà minore e, di conseguenza, si verificherà anche un netto abbassamento dei costi.

Tra le spese che è possibile abbattere drasticamente decidendo di convolare a nozze secondo rito civile, c’è sicuramente anche quella della macchina a noleggio, un risparmio non da poco se si pensa che alcune autovetture possono costare anche 500 euro per una sola giornata.

Anche l’allestimento floreale, in caso di rito civile, non comporta praticamente alcuna spesa, dato che il Comune offre un allestimento “minimo” per la cerimonia (due sedie per gli sposi qualche fiore).

Naturalmente, se volete, potete anche aggiungere di vostro pugno alcuni addobbi floreali, se lo desiderate, sempre tenendo conto che in una stessa giornata possono verificarsi più funzioni civili e il tempo per l’allestimento è davvero poco.

Per quanto riguarda il Codice Civile, esistono una serie di leggi appositamente create per regolamentare questo tipo di contratto; tra le condizioni mancando le quali i futuri coniugi non possono contrarre matrimonio, troviamo:

  • maggiore età: i due contraenti non devono essere minorenni (è possibile in alcuni casi effettuare comunque la cerimonia solo previa autorizzazione del tribunale)

  • interdizione: nessuno dei contraenti deve risultare interdetto per infermità di mente

  • precedente matrimonio: la donna non può contrarre un nuovo matrimonio se non sono trascorsi trecento giorni dallo scioglimento, l’annullamento o la cessazione del precedente matrimonio

Matrimonio in Spiaggia? Dove sposarsi Ogliastra mare da favola

Stai pensando ad un matrimonio diverso e vuoi organizzare le tue nozze in modo che il sogno sia realtà almeno per un giorno? La location ideale è l’Ogliastra, zona della Sardegna dove il mare è un incanto ed il verde ammalia chiuque, borghi di mare, paesi interni aspettano di essere il backround idela per le tue nozze. Sposarsi in questo angolo di pianeta vuol dire puntare sulle proposte Oglistra mare, natura, colori e aromi di macchia mediterranea.

Ogliastra mare di incanto blu come non si vede da nessun altra parte del Mediterraneo, spiagge e cale come fossero private rendono l’atmosfera magica ed affascinante. Organizzare un matrimonio in spiaggia non è poi così difficile e nemmeno troppo dispendioso,  il tanto sognato matrimonio all’americana non è poi così impossibile da realizzare, un sogno romantico che diventa realtà, ricordiamoci solo che generalmente in spiaggia ci si sposa con il rito civile perchè sposarsi con quello religioso viene complicato, infatti norma prevede che il luogo sia consacrato, ciò non toglie però che dopo il rito religioso il tutto prosegua in spiaggia.

L’incantevole scenario ogliastrino è quello giusto quello che cerca ogni coppia che vuole coronare un sogno romatico di dirsi sì sulla spiaggia magari a piedi nudi. Per preparare il proprio matrimonio è bene scegliere un Hotel Ogliastra mare in modo da muoversi agevolmente sul territorio e poter ospitare nella stessa struttura anche amici e parenti. Le proposte Ogliastra mare sono tante ma vi sono alcune spiagge dove è già possibile sposarsi:

Bari Sardo, nei pressi dell’incantevole Torre di Barì è possibile effettuare il rito civile, la parte della spiagga dedicata ai matrimonio è delimitata dallo sperone roccioso che unisce  “Mare degli uomini”(Mari de is ominis, a nord) e  “Mare delle Donne” (Mari de is femunas, a sud), prorpio il luogo ideale per un romanticissimo e bellissimo Sì.

Sempre in Ogliastra troviamo Cala Luna, già set per il film “Travolti da un insolito destino”  non può che essere lo scenario ideale per un matrimonio, sabbia splendida, acqua trasperante il tutto contorniato da rocce molto particolari.

Anche il Lido d’Orrì nel comune di Tortolì può essere la location giusta per un matrimonio strepitoso così come tante sono le altre proproste in un territorio come quello dell’Ogliastra mare, senza poi dimenticare che dopo la cerimonia e la festa si può proseguire la vacanza in Sardegna scegliendo di visitare un territorio magico ed accogliente.

guestbook matrimonio

Guestbook per matrimonio: come trovare l’idea giusta per ogni coppia di sposi

Ecco una delle creazioni più belle da realizzare per il grande evento, il guestbook per matrimonio, soprattutto perché potete farlo da soli e con una spesa davvero minima! Creare con le proprie mani, far diventare realtà una propria idea è qualcosa che dona immense soddisfazioni, soprattutto quando tutti si complimenteranno per la vostra bravura e originalità.

Guestbook è un termine inglese e significa tradotto alla lettera libro degli ospiti. Molti dei vostri invitati forse lasceranno solo la firma ma lo scopo (e il vostro obiettivo) è quello di far scrivere una frase, un commento divertente, insomma qualcosa da leggere e da conservare (per poi andarlo a rileggere dopo un po’ di tempo). L’effetto balzo-al-cuore è garantito: rileggendo quelle parole rivivrete tutte le sensazioni e le emozioni legate al giorno più bello della vostra vita, quello del vostro matrimonio.

Guestbook matrimonio: ad ognuno il suo

Ma come realizzare un guestbook che non solo sia originale ma inviti tutti a lasciare un messaggio?

Vediamo insieme qualche idea. In questo caso sbizzarritevi nella scelta tenendo conto solo delle vostre preferenze senza pensare all’aspetto economico della questione, perché si tratta di idee tutte dal budget sotto controllo e davvero molto basso. Ovviamente sappiamo che il prezzo dei guestbook in commercio è anch’esso molto abbordabile ma in questa sede vogliamo fornirvi qualche consiglio utile per una realizzazione esclusiva e 100% fai-da-te.

Cartoline stampate in ricordo del viaggio più bello: quello a due

È davvero una delle idee più adatte per gli sposi che amano viaggiare. Non dovrete far altro che raccogliere quante più cartoline possibili (magari quelle comprate durante i vostri ultimi viaggi) e all’occorrenza farne stampare di nuove, riprendendo qualche foto di voi due in viaggio nei posti che vi hanno entusiasmato di più. Dopodiché procuratevi una vecchia valigia di cartone oppure realizzatela voi stessi per l’occasione. Ecco che ogni invitato lascerà un messaggio per voi sul retro delle cartoline e non vi resterà che raccoglierle e custodirle tutte all’interno della valigia.

Pezzi di stoffa per una coperta di sogni

Un guestbook perfetto per gli sposi romantici e “coccoloni”. Per realizzare una coperta patchwork non dovete far altro che procurarvi tanti pezzi di stoffa colorati (più o meno della stessa dimensione) che metterete a disposizione dei vostri amici e parenti durante il ricevimento di nozze. Ogni invitato scriverà una frase su un pezzo di stoffa (ricordatevi i pennarelli per tessuti!). Una volta nell’intimità della vostra casa, non avrete da far altro che cucire i pezzi tra di loro, rifinendoli con dei nastri o delle passamanerie. Sdraiarsi sul divano e coprirsi con tutti questi messaggi di auguri, vi regalerà una piacevole sensazione.

Un dizionario per trovare nuove parole d’amore, ogni giorno

Siete una coppia di insegnanti e avete deciso di convolare a nozze? Questa idea per il vostro guestbook matrimonio vi piacerà. Dovrete semplicemente procurarvi un dizionario della lingua italiana e cerchiare le parole che per voi sono più significative a cominciare da: matrimonio, nozze, amore, complicità, fedeltà, figli… Ogni invitato dovrà scrivere su una piccola striscia di pergamena (che metterete a disposizione) un pensiero che sia beneaugurante per quella parola. Nulla vieta ad ognuno di cerchiare un’altra parola se preferisce!

Foto istantanee per scatti di felicità

Siete una coppia che ama fare scherzi e riceverne? Allora con questo guestbook le risate saranno assicurate. Si tratta di scattare tante polaroid (sulle quali poi gli invitati lasceranno i loro messaggi) ma facendo a gara a chi riuscirà a trovare la posa più divertente! Procuratevi in anticipo oggetti buffi o simpatici, come cappelli da giullare, occhialoni, papillon, cravatte, boa di piume e via di seguito. Sarà un modo divertente non solo per avere ricordi unici ma anche per intrattenere i vostri ospiti durante il ricevimento.

Due vite, un unico puzzle

Questa idea è adatta a tutte le coppie e all’arredamento di ogni tipo di casa. Una volta terminato infatti questo guestbook per matrimonio diventerà un quadro da appendere ad esempio nella camera degli sposi. Dovrete aver cura di scegliere una delle foto più belle che avete insieme ma il consiglio è quello di fare una foto pensata per l’occasione (magari con abiti più eleganti e dopo una delle prove-trucco che la sposa farà prima del gran giorno). Dalla foto fate stampare un puzzle e su ogni pezzettino fate scrivere ai vostri amici più cari un messaggio da ricordare per sempre.

Storia d’amore all’avanguardia

Siete una coppia di sposi giovani e super tecnologici? Bene per voi sarà un gioco da ragazzi realizzare un video come guestbook per matrimonio. Potete mettere a disposizione degli invitati un paio di iphone con i quali ognuno provvederà a registrare il proprio video oppure far girare tra i tavoli una piccola telecamera che raccoglierà non solo i messaggi che ognuno vorrà dedicarvi ma anche le espressioni più divertenti, i sorrisi e le risate delle persone a voi più care.

Concludiamo con un’idea per tutti. Gli amanti della tradizione saranno felici di avere il classico libro degli ospiti prezioso e delicato (potete realizzarlo anche a mano). I più originali potranno cogliere al volo questo suggerimento e farlo diventare una sorta di libro di cucina: all’interno ogni invitato dovrà scrivere la ricetta per un matrimonio felice. La nostra? Mescolate con cura l’amore e la fedeltà, aggiungete sincerità e comprensione, condite con allegria, passione, un pizzico di follia e figli q.b.! Decorate con serate in compagnia e servite con un sorriso. Auguri!

musica matrimonio

Musica per matrimonio: Live o DJ?

La musica, cornice indispensabile per festeggiare ogni evento. E come immaginare di organizzare un matrimonio e non pensare al tipo di musica e di intrattenimento che accompagnerà ogni momento della giornata?

Ma il dubbio a questo punto è: chi scegliere? Un complessino live o un dj?

Certo, l’importante è seguire le proprie preferenze ma comunque seguendo qualche consiglio e tenendo sempre d’occhio il budget.

Come scegliere la musica per matrimonio: consigli

La scelta della musica per matrimonio rientra nella ben nota e lunga lista di cose da fare in vista dell’evento più bello della vostra vita e quindi va scelta e prenotata per tempo, così come l’abito, le bomboniere, i fiori e via dicendo. Ma come orientarsi? Meglio scegliere un dj accompagnato da animatori o un trio jazz/quartetto folk che suoni e canti rigorosamente dal vivo?

Considerate inoltre che i matrimoni tradizionali prevedono vere e proprie maratone con balli e canti dopo ogni portata mentre quelli più moderni e minimal concentrano il momento del pranzo/cena in un paio d’ore per poi dedicarsi ai festeggiamenti in attesa del taglio della torta. Anche qui la decisione finale è riservata unicamente agli sposi ma organizzare il prima possibile uno schema aiuterà anche nella scelta del tipo di musica per matrimonio da prenotare.

1. Musica per matrimonio: il dj/cantante 

La scelta più comune è quella del dj/cantante in stile pianobar. Innanzitutto perché è versatile e in grado di adattarsi a tutte le fasi del ricevimento:

a) la fase iniziale del cocktail di benvenuto, aspettando l’arrivo degli sposi in location;

b) la fase del pranzo ( o della cena), durante la quale si alternano momenti di ballo e intrattenimento a momenti di tranquillo sottofondo per permettere agli ospiti di mangiare e chiacchierare;

c) taglio della torta, momento in cui di solito la colonna sonora è rappresentata dalle canzoni più significative e importanti per gli sposi. Il dj possiede un ampio repertorio musicale, che di solito spazia dagli anni ’60 ad oggi (alternando vari generi), e molto spesso è accompagnato da un’altra voce (magari in coppia maschile/femminile per poter interpretare le cover dei duetti).

In secondo luogo la scelta del dj è quella più adatta ad ospiti particolarmente esuberanti, che amano ballare, cantare con il karaoke, scatenarsi in balli di gruppo e che non mancheranno di “assillare” il cantante con le classiche richieste personali, da dedicare magari alla consorte presente.

Affidare l’intrattenimento ad un dj/cantante significa di solito assicurarsi anche degli animatori per organizzare i balli, i trenini e le quadriglie e in particolare una baby sitter per sorvegliare e far divertire i bambini, con attività, giochi e laboratori creativi pensati su misura per loro. Se optate per questa scelta non dimenticate di accertarvi che il dj abbia a disposizione tutta la strumentazione necessaria per poter lavorare (altrimenti vi ritroverete una voce extra nel budget, che è quella del noleggio del service).

Assicuratevi che il preventivo includa ogni voce possibile (come quella del pagamento della Siae ad esempio o del compenso agli animatori): eviterete spiacevoli sorprese finali.

2. Musica per matrimonio: il complesso dal vivo

Una scelta più originale ma anche più ricercata e costosa è quella che vede protagonisti dell’intrattenimento musicale un trio jazz o un complessino blues. In questo caso siamo di fronte ad una vera e propria orchestra che chiaramente proporrà un proprio repertorio in linea con il genere musicale scelto.

I più scettici potranno pensare che si tratti di un intrattenimento statico e un po’ noioso eppure c’è da garantire che non è affatto così: ci sono gruppi di una bravura sorprendente, in grado di incantare e coinvolgere gli ospiti e di lasciare un piacevole ricordo nella memoria degli invitati.

Balli swing, sax e violini: questo tipo di musica per matrimonio è l’ideale d esempio per un ricevimento serale, magari con cena su una terrazza vista mare in piena estate oppure se sapete già di avere invitato una cerchia ristretta di amici e parenti e se desiderate che il vostro matrimonio sia molto intimo e riservato.

Per contattare un gruppo di questo genere ci si può rivolgere alle agenzie della vostra città specializzate nella fornitura di questo tipo di servizi oppure se ne conoscete uno in particolare (magari perché visto al matrimonio di un’amica) potete contattarlo facendovi presentare tramite passaparola. Se la proposta arriva dall’agenzia ma non conoscete gli artisti sarà bene chiedere un video o una demo di una loro performance per essere certi che sia lo stile dei cantanti che il tipo di musica siano in linea con i vostri desideri.

La voce musica per matrimonio deve avere un posto d’onore nel planning dell’evento e nel vostro budget. Cercare di risparmiare il più possibile anche da questo punto di vista è un obbligo ma pensare di potervene occupare voi in prima persona quel giorno è impossibile. Se poi avete la fortuna di avere un componente della famiglia o un amico cantante, allora sarà uno dei regali di nozze più graditi.